Adesione della Lameziaeuropa Spa al Distretto Agroalimentare di Qualità del Lametino

1 Settembre 2021

Il Consiglio di Amministrazione della Lameziaeuropa Spa, nel corso della sua ultima riunione, su proposta del Presidente Dott. Leopoldo Chieffallo ed a seguito di specifica relazione in merito della Consigliera Dott.ssa Annamaria Mancini, ha deliberato, all’unanimità, di confermare l’adesione della Lameziaeuropa Spa al Distretto Agroalimentare di Qualità del Lametino mirabilmente promosso dal Comune di Lamezia Terme.

Progetto Waterfront e Porto Turistico: Riunione in Regione con Assessore Catalfamo. Al lavoro insieme su Masterplan Sviluppo area industriale Lamezia 2021 – 2027

22 Giugno 2021

Proseguono le attività operative riguardanti il Progetto Waterfront e nuovo Porto Turistico promosso da Lameziaeuropa.  Nei giorni scorsi, presieduta dall’Assessore regionale alle Infrastrutture e Sviluppo Territoriale, Ing. Domenica Catalfamo, in qualità di Assessorato coordinatore del Tavolo Tecnico regionale riunitosi in data 10 giugno 2019, si è svolta, presso la Cittadella Regionale, una riunione al fine di fare insieme il punto sullo stato di attuazione del Protocollo d’Intesa sottoscritto a settembre 2019. Alla riunione hanno partecipato i consiglieri regionali Pietro Molinaro e Filippo Pietropaolo, i Dipartimenti Regionali Infrastrutture ed Urbanistica, il Comune di Lamezia Terme, il Corap, la Fondazione Terina e Lameziaeuropa.

Dopo una panoramica sulle iniziative in corso, in merito al Progetto Waterfront e Porto Turistico, illustrate, in particolare, dal Presidente della Lameziaeuropa Leopoldo Chieffallo, dal Commissario Straordinario del Comune di Lamezia Terme Giuseppe Priolo, dal presidente della Fondazione Terina Gennarino Masi, dal Dirigente Generale Pallaria e dai Dirigenti Iiritano e Romeo della Regione Calabria  e dal Dirigente del Corap Stefania Frasca, è stata ribadita, da parte di tutti gli Enti presenti e dalla Regione Calabria, l’importanza ai fini dello sviluppo regionale del progetto che rappresenta uno degli interventi qualificanti delle iniziative programmate o in fase di realizzazione ovvero già operative contenute nel MASTERPLAN  di Sviluppo 2021 – 2027 e funzionali allo sviluppo integrato ed al rilancio produttivo dell’area industriale dismessa ex Sir di Lamezia Terme.

Nel mese di aprile 2021 è stata definita la scelta della Regione Calabria di finanziare e localizzare nell’area industriale di Lamezia Terme, su 4 ettari all’interno della Fondazione Terina già di proprietà regionale, gli Studios Cinematografici e Televisivi promossi dalla Film Commission Calabria guidata da Giovanni Minoli.

Un nuovo importante intervento che, legato agli attrattori ed alle infrastrutture del Progetto Waterfront e del Porto Turistico, al Centro di Ricerca della Fondazione Dulbecco promosso dal prof. Giuseppe Nisticò, alla Aula Bunker Regionale già operativa, agli 11 milioni di investimenti previsti dall’Accordo Regione – Anas per migliorare la viabilità legata alla SS 18, ai 351 ettari inseriti nella ZES CALABRIA, ai progetti di ricerca sulla transizione ecologica del Distretto Matelios, al Centro Servizi per le Imprese già completato e ad Agriexpo in fase di realizzazione, rafforza e qualifica la vocazione naturale dell’area quale Polo Logistico, Turistico, Produttivo e di Servizi per l’intera Calabria e potrà permettere concretamente, nell’ambito del nuovo ciclo di programmazione europea 2021 – 2027 e di quanto previsto anche per la Calabria dal PNRR “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza” trasmesso dal Governo alla Commissione Europea, il riposizionamento strategico di Lamezia e dell’area Centrale della Calabria nell’ambito dello sviluppo regionale e del Mediterraneo.

Sulla realizzazione di tali iniziative si continuerà a lavorare insieme per definire il nuovo ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO INTEGRATO DELL’AREA INDUSTRIALE EX SIR DI LAMEZIA TERME, da sottoscrivere sulla base di quanto previsto dal Protocollo d’Intesa del 13 Settembre 2019, che permetterà di aggiornare e portare avanti in maniera condivisa la nuova strategia di intervento per il rilancio produttivo dell’area già disciplinata in passato attraverso l’Accordo di Programma del 12 ottobre 2000 ed il Protocollo d’Intesa del 21.12.2011 sottoscritti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

                            Tullio Rispoli

SOTTOSEGRETARIO PER IL SUD E LA COESIONE TERRITORIALE ON. DALILA NESCI INCONTRA DELEGAZIONE DEL COORDINAMENTO DEI PATTI TERRITORIALI CALABRESI

16 Giugno 2021

Una delegazione del Coordinamento dei Soggetti Responsabili dei Patti Territoriali Calabresi, composta dal coordinatore Giancarlo Mamone – Patto dello Stretto Spa – Antonio Ferrazzo – Promotir Srl – e Tullio Rispoli – Lameziaeuropa Spa – ha incontrato, a Tropea, l’On. Dalila Nesci Sottosegretario per il Sud e la Coesione territoriale.

Il coordinatore dei Patti Territoriali calabresi Mamone, nel ringraziare il Sottosegretario Nesci per la sensibilità dimostrata, ha illustrato i dati salienti del Report sullo stato di attuazione dei 15 Patti Calabresi che hanno determinato, a partire dal 1995, la realizzazione di 575 iniziative imprenditoriali e 33 progetti infrastrutturali, l’attivazione di 523 mln di investimenti, l’erogazione di 326 mln di contributi pubblici e l’occupazione a regime di 5.300 unità.

Con Legge Regionale n° 42 del 2 agosto 2013, otto società, soggetti responsabili di Patti Territoriali, società miste pubblico-privato a prevalente capitale pubblico, i cui principali azionisti sono Enti Locali, Regione Calabria attraverso Fincalabra, Camere di Commercio, Associazioni di Categoria, operanti da anni sul territorio, sono state formalmente riconosciute dalla Regione Calabria quali “Agenzie di Sviluppo Locale” con lo scopo di promuovere lo sviluppo sociale, economico ed occupazionale, di qualificare le competenze e le risorse umane e di accrescere la competitività e l’attrattività dei territori di riferimento valorizzando i sistemi produttivi locali, in piena sinergia con gli strumenti della programmazione regionale e con gli strumenti della pianificazione territoriale.

Nel corso dell’incontro è stato evidenziato che il recente Decreto Legge n° 77 del 31 maggio 2021 riguardante la “Governance del Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure” prevede, all’art. 9 comma 2, che le Amministrazioni Centrali, le Regioni e gli Enti Locali al fine di assicurare l’efficace e tempestiva  attuazione degli interventi del PNRR possono avvalersi del supporto tecnico-operativo assicurato per il PNRR da società a prevalente partecipazione pubblica tra cui possono rientrare i Soggetti Responsabili dei Patti Territoriali.

Inoltre, sulla Gazzetta Ufficiale del 25 gennaio 2021 è stato pubblicato il decreto del 30 novembre 2020 del Ministero dello Sviluppo Economico avente ad oggetto “Criteri per la ripartizione ed il trasferimento delle risorse residue dei patti territoriali da utilizzare per il finanziamento di progetti pilota volti allo sviluppo del tessuto imprenditoriale territoriale, anche mediante la sperimentazione di servizi innovativi a supporto delle imprese, nonché disciplina per la loro attuazione”. Trattasi di un provvedimento molto importante che permetterà, a seguito di specifico bando ministeriale in fase di emanazione da parte della Direzione Generale Incentivi alle Imprese del MISE, ai soggetti responsabili ancora operativi in Italia di poter attingere alle risorse residue legate ai Patti.

Il Sottosegretario Danila Nesci ha preso atto ed espresso apprezzamento per il positivo lavoro di concertazione, promozione e animazione economica svolto in questi anni attraverso lo strumento dei Patti sul territorio calabrese in maniera coordinata da parte di tutti i soggetti protagonisti dello sviluppo locale a sostegno del mondo delle imprese e per gli interventi di infrastrutturazione promossi dagli Enti Locali. Ha inoltre evidenziato l’interesse a realizzare una proficua collaborazione istituzionale con i Soggetti Responsabili dei Patti Territoriali Calabresi sulle tematiche legate allo sviluppo locale ed alla coesione territoriale ed ha garantito il suo impegno a seguire l’iter di approvazione del nuovo Bando ministeriale finalizzato a poter utilizzare al più presto sui territori attraverso progetti pilota le risorse finanziarie rivenienti a livello nazionale dalle economie dei Patti.

Progetto Waterfront e Porto Turistico: Sopralluogo Assessore Regione Calabria Gianluca Gallo. Visita Consorzio Ortofrutticolo Coppi

1 Aprile 2021

Proseguono le attività operative riguardanti il Progetto Waterfront e nuovo Porto Turistico promosso dalla Lameziaeuropa Spa.  Su invito del Presidente della Lameziaeuropa Spa, Leopoldo Chieffallo, si è svolto un sopralluogo operativo nell’area industriale di Lamezia Terme alla presenza dell’Assessore Regionale alle Politiche Agricole e Sviluppo Agroalimentare Gianluca Gallo.

In particolare, il Presidente Chieffallo ed il Dirigente della Lameziaeuropa Spa Tullio Rispoli hanno illustrato all’Assessore Gallo le iniziative promosse dalla società e, nel corso del sopralluogo, si è fatto tappa nell’area su cui si svilupperà il progetto del porto turistico, che verrà realizzato da investitori internazionali con risorse finanziarie totalmente private,  attualmente in fase di valutazione da parte del Comune di Lamezia Terme ai fini dell’avvio della prevista procedura di evidenza pubblica, nel lotto destinato alla realizzazione di Agriexpo i cui lavori sono stati già avviati e nel Centro Servizi per le Imprese già completato ed in fase di collaudo.

L’Assessore Regionale Gallo ha evidenziato l’importanza dell’area di Lamezia Terme ai fini del complessivo sviluppo produttivo regionale  in considerazione del nodo intermodale già esistente ed in fase di ulteriore potenziamento. Ha ribadito il suo impegno a portare avanti, insieme agli Assessori regionali competenti Fausto Orsomarso e Domenica Catalfamo, il progetto del Waterfront e del Porto Turistico sulla base delle linee guida tracciate dal Protocollo d’Intesa sottoscritto nel 2019.

Progetto che  rappresenta una opportunità di sviluppo per l’intera Calabria per la possibilità di aree a disposizione (oltre 200 ettari), la prossimità dell’aeroporto internazionale, la vicinanza alle Isole Eolie ed il posizionamento dell’area sulla rotta tirrenica strategica per l’area del Mediterraneo.

Ha sottolineato inoltre l’impegno della Regione per realizzare nell’area, presso la Fondazione Terina, il Centro di ricerca Internazionale della Fondazione Renato Dulbecco promosso dal Professore Giuseppe Nisticò e per rendere operativa, a favore delle imprese insediate, la ZES Calabria.

L’importanza della Piana di Lamezia ai fini dello sviluppo agroalimentare della Calabria e le recenti attività promosse in questo settore, anche a livello nazionale, per sostenere nuove e mirate politiche di sviluppo, sono state evidenziate dall’Assessore Gallo nel corso della visita al Consorzio Ortofrutticolo Coppi situato nella zona di San Pietro Lametino effettuata alla presenza del Presidente Pier Luigi Taccone, del Consigliere Massimiliano Serianni e del Direttore Sebastiano Currado. L’OP COPPI, organizzazione di produttori ortofrutticoli ed agrumari, opera a livello nazionale ed è azienda leader in Calabria nella produzione e commercializzazione di agrumi, fragole ed ortaggi.

Prorogata la durata della società al 31 dicembre 2040

25 Marzo 2021

L’Assemblea Straordinaria degli Azionisti, riunitasi il 4 dicembre 2020, all’unanimità dei soci presenti, tra cui Comune di Lamezia Terme, Fincalabra S.p.a. e Provincia di Catanzaro, ha deliberato la proroga del termine di durata della società al 31 dicembre 2040 con conseguente modifica dell’art. 3 dello statuto sociale al fine di portare avanti tutte le iniziative ed attività in corso tra le quali, in particolare, il Progetto Waterfront e Porto Turistico di cui, a breve, potrà essere avviata la procedura ad evidenza pubblica ed il completamento dei lavori ed avvio gestionale dei progetti di rimodulazione dei Patti Territoriali riguardanti il Centro Servizi per le Imprese ed Agriexpo, la conclusione dell’operazione di aumento del Capitale Sociale, l’alienazione dei lotti di proprietà riguardanti l’area ex SIR e l’area PIP Rotoli, la programmazione e realizzazione delle opere infrastrutturali di contesto necessarie per migliorare la competitività e l’attrattività dell’area industriale di Lamezia Terme anche ai fini della concreta attivazione della ZES Calabria e della realizzazione del Porto Turistico, la definizione dei rapporti in essere con Ubibanca, Biotecknical, e Comune di Maida per la tematica degli Usi Civici.

In merito all’operazione di aumento del Capitale Sociale in corso, l’Assemblea Straordinaria del 4 dicembre scorso ha deliberato, inoltre, all’unanimità  la proroga del termine, dal 30 dicembre 2020 al 30 giugno 2021, per la sottoscrizione delle azioni rimaste inoptate e non prelazionate da offrire ai terzi; termine massimo entro il quale sottoscrivere l’intero capitale sociale da 3,5 sino ad un massimo di 6,5 milioni di euro.

Il perdurare della drammatica emergenza Covid, anche nella nostra realtà locale e regionale, sta determinando effetti devastanti sull’economia e sul sistema delle imprese, allo stato poco propense a valutare nuovi investimenti ed operazioni di acquisizioni societarie. Tale emergenza ha determinato anche il rallentamento della definizione del progetto Waterfront e porto turistico, con conseguente slittamento dei termini operativi al primo semestre 2021 da parte degli investitori internazionali del gruppo Coipa International anche finalizzati, sulla base di accordi sottoscritti, all’acquisizione di importanti quote azionarie della società in questa fase di apertura a terzi, per un importo pari ad 1,5 milioni di euro.

UNINDUSTRIA CALABRIA E COMMISSARIO ZES CALABRIA INCONTRANO LE AZIENDE DELL’AREA INDUSTRIALE DI LAMEZIA TERME

11 Febbraio 2021

Promosso da Unindustria Calabria, e con la partecipazione di Lameziaeuropa spa, si è svolto presso l’azienda Ecosistem un incontro di lavoro con le imprese aderenti alla associazione insediate nell’area industriale di Lamezia Terme a cui ha partecipato la Prof.ssa Rosanna Nisticò Commissario Straordinario del Governo che presiede il Comitato di Indirizzo della Zona Economica Speciale ZES Calabria. Dopo il saluto ai presenti ed una panoramica generale della realtà dell’area industriale di Lamezia Terme da parte di Rocco Aversa del Gruppo Ecosistem, Aldo Ferrara presidente di Unindustria Calabria ha evidenziato che l’incontro segue quello già avvenuto a Crotone e nasce dall’esigenza di condividere insieme agli imprenditori ogni azione ed iniziativa utile e funzionale alla concreta attuazione della ZES Calabria che rappresenta un importante volano di sviluppo dell’intero territorio.

Tale strumento – per il Presidente Ferrara – rappresenta un tassello fondamentale per l’applicazione concreta del Piano Regionale di Ripresa approvato di recente dalla Giunta Regionale su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Fausto Orsomarso ed ispirato all’Accordo sottoscritto nei mesi scorsi da Unindustria e Regione Calabria insieme alla compianta Presidente On. Santelli che oltre a mitigare le ripercussioni negative a livello economico e produttivo dell’emergenza covid, contiene interventi di sistema mediante specifici progetti integrati settoriali e territoriali per innovazione tecnologica e digitalizzazione delle imprese; politiche per l’attrazione degli investimenti e a favore del reshoring e sostegno all’internazionalizzazione delle filiere strategiche; investimenti per economia circolare (rifiuti, fonti rinnovabili); incentivi per pacchetto localizzativo per attrazione investimenti per Gioia Tauro e le altre aree della Zes Calabria.

Nel corso dei lavori, a cui hanno partecipato il Direttore di Unindustria Calabria Dario Lamanna ed il dirigente della Lameziaeuropa spa Tullio Rispoli, i rappresentanti di alcune imprese insediate Premasud, Gatim, Silagum, Eolosolare, Stella del Sud, hanno richiesto al Commissario Zes l’avvio concreto di questo strumento ed hanno illustrato le principali criticità che caratterizzano la localizzazione e la quotidiana vita d’impresa nell’area industriale di Lamezia Terme con particolare riferimento alla carenza di servizi, alle infrastrutture viarie e manutenzione del verde, sistema di raccolta dei rifiuti allo stato inesistente, al vincolo paesaggistico presente ancora sulle aree a destinazione PMI che sta producendo il blocco di nuovi investimenti da parte della Sovrintendenza.

Il Commissario Straordinario del Governo Rosanna Nisticò ha illustrato il suo ruolo di coordinamento e di impulso sul territorio e di collegamento tra la Zes Calabria, la prima istituita in Italia nel maggio 2018 insieme alla Campania, ed il Governo Centrale. Ha inoltre espresso apprezzamento per il documento di lavoro contenente anche proposte concrete di intervento e le scelte strategiche per il futuro sviluppo dell’area industriale di Lamezia legate al progetto waterfront e porto turistico ed allo sviluppo della logistica, agroalimentare ed economia circolare, elaborato primo in Calabria nel maggio 2018 dal Tavolo Istituzionale Permanente del Lametino Zes Calabria promosso dalle Forze Sociali. Ha evidenziato gli obiettivi della Zes finalizzati a creare sviluppo attraverso la crescita della base produttiva ed investimenti interni ed esterni alla Regione e la semplificazione amministrativa per agevolare lo sviluppo delle imprese anche attraverso procedure informatizzate per abbattere i tempi burocratici. In tale ottica bisogna puntare sui punti di forza del territorio e delle specifiche aree industriali che costituiscono la Zes Calabria, sui nuovi investimenti previsti dal Recovery Plan in cui allo stato le ZES risultano poco valorizzate, e su quelli legati al nuovo ciclo di programmazione 2021 – 2027 della Regione Calabria attraverso cui avere agevolazioni aggiuntive rispetto ad altri territori regionali. Nella legge di Bilancio 2021 è stato già inserito per i nuovi investimenti nelle aree ZES un abbattimento del 50% dell’IRES per 6 anni.

Per quanto riguarda l’area industriale di Lamezia Terme, strategica insieme a Gioia Tauro per lo sviluppo dell’intera Calabria, sulla base della richiesta emersa dalle imprese nel corso dell’incontro, il Commissario Nisticò opererà da subito insieme ad Unindustria Calabria e con il supporto di Lameziaeuropa, per istituire un Tavolo Tecnico presso la Regione Calabria al fine di superare, anche insieme al Corap, le problematiche poste dalla Sovrintendenza Regionale in merito al vincolo paesaggistico e per definire scelte strategiche e concrete  per superare le attuali criticità e costruire nuove opportunità di sviluppo per il futuro.

Progetto Waterfront e Porto Turistico

4 Febbraio 2021

Sopralluogo con Assessore Regione Calabria Catalfamo per opere infrastrutturali S.S. 18 Area Industriale Lamezia Terme

Proseguono le attività operative riguardanti il Progetto Waterfront e nuovo Porto Turistico promosso dalla Lameziaeuropa SpA.

Questa mattina, lungo la S.S. 18 nei pressi dell’Area Industriale di Lamezia Terme si è svolto un sopralluogo operativo alla presenza dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture, Pianificazione e Sviluppo Territoriale Domenica Catalfamo, del Direttore Generale del Dipartimento Regionale Infrastrutture, Lavori Pubblici, Mobilità Domenico Pallaria, del Dirigente Regionale alle Infrastrutture di trasporto Giuseppe Iiritano, per una verifica degli interventi infrastrutturali di contesto alla ZES Calabria ed al  progetto Waterfront Lamezia –  Porto Turistico.

L’Assessore Regionale Catalfamo, nel corso del sopralluogo, ha evidenziato l’impegno della Regione Calabria, in questa fase di riprogrammazione delle risorse finanziarie riguardanti gli interventi sulla viabilità regionale da realizzare insieme ad Anas, a definire scelte ed indirizzi finalizzati all’ammodernamento, potenziamento e messa in sicurezza delle reti viarie e di trasporto strettamente legati allo sviluppo del territorio calabrese.

In tale ottica  il sopralluogo odierno, insieme al Direttore Generale Pallaria ed al Dirigente Iiritano, ha riguardato in particolare i seguenti interventi infrastrutturali lungo la S.S. 18 inseriti nell’ambito del Protocollo d’Intesa promosso dalla Regione Calabria e sottoscritto nel settembre 2019:

  • realizzazione di una rotatoria a nord della S.S. 18 e nuova bretella stradale di collegamento della S.S. 18 per accesso diretto a zona Centro Agroalimentare, Centro Protesi INAIL, Aula Bunker e Porto Turistico;
  • messa in sicurezza ed allargamento tratto Statale 18 Area industriale Zona Vivaistica;
  • allargamento e messa in sicurezza ponte sul Turrina anche ai fini della possibile messa in funzione del sovrappasso realizzato da diversi anni su S.S. 18 allo stato non utilizzabile.   
  • ripristino della strada di collegamento diretto tra Aeroporto ed Area Industriale di Lamezia attualmente chiusa per mancata messa in sicurezza del ponte sul Fiume Amato in prossimità di località Trigna. Tale intervento è inoltre fondamentale per le attività agricole dell’area ed è stato fortemente sollecitato da alcuni anni mediante petizione sottoscritta da oltre 40 operatori agricoli.

Nel corso del sopralluogo il presidente della Lameziaeuropa SpA Leopoldo Chieffallo ha consegnato al Dipartimento Regionale Infrastrutture, Lavori Pubblici, Mobilità copia di tutti gli elaborati del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica del Progetto Waterfront e Porto Turistico Lamezia già trasmessi in via telematica da COIPA International in data 14 dicembre 2020 agli Enti sottoscrittori del Protocollo d’Intesa: Regione Calabria, Comune di Lamezia Terme, Provincia di Catanzaro, Corap,  Fondazione Terina e Lameziaeuropa.

Lamezia Terme, 3 febbraio 2021                        Tullio Rispoli

Riunita l’Assemblea degli Azionisti. Approvato il Bilancio 2019 che chiude in utile. Agriexpo: avviati i lavori. Visita al Centro Servizi per le Imprese.

9 Luglio 2020

Intensa giornata di lavoro presso l’Area Industriale di Lamezia Terme promossa dalla Lameziaeuropa SpA che ha visto la visita dell’area del cantiere per i lavori di Agriexpo, la visita del nuovo Centro Servizi per le Imprese in fase di completamento ed al termine, presieduta da Leopoldo Chieffallo, la riunione, in seconda convocazione, con la presenza del 78,01% del capitale sociale, dell’Assemblea Ordinaria degli Azionisti della LameziaEuropa SpA.

Il Centro Servizi per le Imprese
L’area del cantiere Agriexpo

L’Assemblea, dopo aver ringraziato il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale per il lavoro svolto ed espresso apprezzamento per i risultati conseguiti e le attività promosse dalla società in un contesto economico reso ancora più difficile dall’emergenza Covid 19, all’unanimità, ha approvato il Bilancio al 31 dicembre 2019 e la proposta di destinazione dell’utile di esercizio, pari ad € 2.964, a parziale copertura delle perdite pregresse.

Lavori Assemblea Azionisti

All’Assemblea, in rappresentanza degli Azionisti, hanno partecipato: per il Comune di Lamezia Terme il Sindaco Paolo Mascaro; per la Provincia di Catanzaro il Direttore generale Valeria Fedele; per la Camera di Commercio di Catanzaro il Presidente Daniele Rossi, delegato anche da Confindustria Catanzaro; per Fincalabra SpA Giuseppe Frisini ed in collegamento audio il Presidente Carmelo Salvino; per Corap il Commissario Fernando Caldiero; per il Comune di San Mango d’Acquino il Sindaco Luca Marrelli e per Ecologia Oggi SpA, delegato dal Presidente Eugenio Guarascio, Giuseppe Mastroieni. Per Lameziaeuropa SpA, oltre al Presidente Chieffallo, hanno partecipato ai lavori assembleari i consiglieri di amministrazione Annamaria Mancini, Enzo Bifano e Francesco Pascuzzi, per il Collegio Sindacale il Presidente Mario Antonini ed i Sindaci effettivi Gregorio Tassoni ed Alberto Gigliotti, il Dirigente Tullio Rispoli. Per la società di revisione legale Audirevi SpA il responsabile Ivano Nerbini.

Nel corso dei lavori, in particolare, il Sindaco di Lamezia Terme Mascaro, il Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Rossi, il Presidente di Fincalabra Salvino, il Direttore Generale della Provincia di Catanzaro Fedele, il Commissario Corap Caldiero ed il Sindaco di San Mango Marrelli, hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto dalla società Lameziaeuropa in stretta collaborazione con gli Enti Locali a favore dello sviluppo del territorio e per i risultati positivi raggiunti nel 2019 che hanno anche permesso di chiudere il bilancio con un utile di esercizio, di avviare il cantiere di Agriexpo finanziato per 1,7 milioni di euro, di completare i lavori del Centro Servizi per le Imprese finanziato per 1,4 milioni e per la nuova progettualità avviata legata in particolare al progetto Waterfront Lamezia ed al Porto Turistico che può rivestire una importanza notevole per la crescita ed il riposizionamento strategico di Lamezia e dell’area Centrale della Calabria nell’ambito dello sviluppo regionale e del Mediterraneo.

Il presidente Chieffallo, dopo aver portato all’Assemblea i saluti dell’assessore Regionale Franco Talarico e del Presidente della Provincia di Catanzaro Sergio Abramo, ha evidenziato che il 2019 è stato un anno molto importante per la società nel corso del quale sono stati raggiunti importanti obiettivi che potranno portare ottimi frutti per il futuro su varie tematiche societarie quali il miglioramento delle condizioni finanziarie, la concreta realizzazione del progetto Waterfront Lamezia e nuovo porto turistico grazie alla sottoscrizione del protocollo d’intesa promosso dalla Regione Calabria, alla presentazione del Masterplan del progetto insieme a Coipa International ed alla contestuale sottoscrizione del MOI, alla presentazione degli elaborati tecnici agli Enti sottoscrittori del Protocollo d’Intesa avvenuta nei giorni scorsi, l’avvio della interlocuzione operativa con ANAS, compartimento Calabria, per le necessarie opere infrastrutturali da programmare, l’avvio dei lavori di Agriexpo e la richiesta di inserimento per il finanziamento del secondo lotto funzionale nei Contratti Istituzionali di Sviluppo coordinati dalla Provincia di Catanzaro ed istruiti da Invitalia, il completamento dei lavori del Centro Servizi per le Imprese, il superamento delle problematiche amministrative riguardanti i lotti dell’area PIP Rotoli, il proficuo rapporto di fattiva condivisione e collaborazione instaurato su tali tematiche con gli azionisti Comune di Lamezia Terme, Fincalabra, Provincia di Catanzaro, Camera di Commercio di Catanzaro, Corap, Confindustria Catanzaro.

LAMEZIAEUROPA E COMUNE DI LAMEZIA TERME: Il Governo deve rilanciare la ZES Calabria.

26 Giugno 2020

Intervenire sul Vincolo Paesaggistico gravante sull’area industriale di Lamezia Terme. La Regione Calabria attraverso un bando mirato punti sulla legge 181 per le aree di crisi industriale non complessa.

Dopo gli Stati Generali ed in vista dei nuovi strumenti in fase di predisposizione da parte del Governo e del Parlamento per far ripartire il Paese e cercare di colmare il divario esistente, ulteriormente allargatosi a causa dell’emergenza Covid 19, tra le diverse aree territoriali, il Sindaco del Comune di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, il Presidente ed il Dirigente della Lameziaeuropa Spa, Leopoldo Chieffallo e Tullio Rispoli, ritengono di fondamentale importanza partire da leggi e strumenti già esistenti e puntare, per il Sud e per la Calabria in particolare, sul concreto rilancio della ZES Calabria faticosamente costruita negli ultimi anni da Stato e Regioni, ad oggi inattuata ed inefficace.

La Zona Economica Speciale, che in Calabria oltre a Gioia Tauro interessa tutte le aree industriali e portuali presenti sul territorio regionale, l’area aeroportuale di Lamezia Terme ed anche 351 ettari dell’area industriale di Lamezia Terme, su cui sono insediate attualmente circa 100 aziende, può infatti rappresentare uno strumento importante e concreto per la promozione di nuove opportunità di sviluppo per il territorio attraverso specifiche e concrete agevolazioni fiscali e semplificazioni amministrative che potranno consentire anche l’attrazione di nuovi investimenti oltreché il rafforzamento del sistema produttivo locale già esistente.

“Siamo certi che tutti i parlamentari calabresi potranno ritrovarsi insieme, nelle prossime settimane, per portare avanti con forza e convinzione ed in maniera bipartisan questo obiettivo strategico per lo sviluppo calabrese legato alla concreta attivazione della ZES Calabria attraverso mirate risorse economiche automatiche, quali il credito d’imposta aggiuntivo e specifico per le aree ZES, o tese alla riduzione fiscale per le imprese che investono ed all’abbattimento del costo del lavoro agendo sul cuneo fiscale e misure normative finalizzate alla semplificazione amministrativa e burocratica”.

In tale ottica Comune di Lamezia Terme e Lameziaeuropa auspicano che, nell’ambito del Decreto Semplificazioni in fase di definizione, si possa intervenire in maniera concreta ed efficace  per ottenere celermente l’eliminazione o la riperimetrazione dell’anacronistico vincolo paesaggistico ambientale – Legge n°1497 del 29.06.1939 della Sovrintendenza regionale ai beni storici e culturali – ancora gravante sull’intera area industriale di Lamezia Terme che rappresenta un freno per l’applicazione della ZES e per gli investimenti delle imprese.

Comune di Lamezia Terme e Lameziaeuropa infine richiedono alla Regione Calabria, dopo il riconoscimento ottenuto negli anni scorsi, di realizzare, nell’ambito della nuova programmazione 2021-2027, un bando regionale con risorse finanziarie mirate a valere sulla legge 181 per le PMI insediate ed insediande nelle “Aree di Crisi Industriale non complessa” del territorio calabrese localizzate nelle aree industriali o aree PIP comunali.

Ciò sulla base della Circolare 16 gennaio 2020 n° 10088 del Ministero dello Sviluppo Economico  che definisce i nuovi criteri e modalità di concessione delle agevolazioni per le imprese ed attraverso cui è stato abbassato ad 1 milione di euro il limite minimo degli investimenti necessari per accedere ai fondi rispetto al precedente limite di 1,5 milioni di euro. Le agevolazioni concedibili per le imprese possono arrivare fino al 75% degli investimenti nella forma di contributi in conto impianti, contributi diretti alla spesa e finanziamento agevolato. Soglia minima che, per singoli investimenti, a livello regionale, si potrebbe proporre di abbassare ad euro 500.000.

Riunito il CDA alla presenza del Sindaco di Lamezia Terme. Formato il bilancio 2019. La società ritorna in utile. Convocata l’Assemblea degli Azionisti.

18 Giugno 2020

Presieduto da Leopoldo Chieffallo si è riunito, alla presenza del Sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro e del Vicesindaco Antonello Bevilacqua, il Consiglio di Amministrazione della Lameziaeuropa SpA per la formazione del progetto di Bilancio al 31/12/2019.

Hanno partecipato ai lavori del CDA i consiglieri Enzo Bifano, Annamaria Mancini, Daniele Pace e Francesco Pascuzzi,  il presidente del Collegio Sindacale Mario Antonini ed i Sindaci effettivi Gregorio Tassoni ed Alberto Gigliotti.

La società ha conseguito nel 2019 un utile di esercizio pari ad € 2.964 rispetto alla perdita di esercizio pari ad € 244.156 registrata nell’anno 2018. Un risultato importante per la società, dopo due anni di perdite legate alla perdurante crisi economica, in linea con il Piano Industriale 2019 – 2023 sottoposto alla valutazione degli Azionisti in occasione dell’Assemblea Straordinaria del 21 gennaio 2019. Rispetto al 2018, i risultati di bilancio 2019 fanno registrare un miglioramento del Margine Operativo Lordo, del reddito operativo ed un aumento dei ricavi netti.

Complessivamente, nel corso del 2019, nelle due aree di proprietà della società, area ex Sir ed area Pip Rotoli, sono stati alienati 5 lotti per un totale di mq 78.361 (mq 67.246 nel 2018) che hanno determinato ricavi per € 825.530 (€ 547.385,50 nel 2018).

Complessivamente nel periodo 2001-2019, si stanno insediando sull’area ex Sir, di proprietà della Lameziaeuropa SpA, 86 nuove aziende di cui: 51 operative, 10 in fase di realizzazione, 18 in progettazione, 7 completate ma attualmente non operative, con investimenti complessivi pari a circa 170 milioni di euro. Di queste 86 nuove iniziative: 59 sono promosse da imprese lametine, 15 da imprese provenienti da Catanzaro e da altre province calabresi, 12 da società che operano in altre regioni italiane.

In considerazione dell’emergenza “Covid 19” e per cercare di far ripartire gli investimenti delle imprese il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di mantenere fino al 31 dicembre 2020 il prezzo di vendita dei lotti localizzati nell’area ex sir ad € 10,00 al metro quadrato, oltre IVA.

Dal mese di gennaio 2016 la Società è impegnata nel rilancio produttivo dell’Area PIP Rotoli, sita nei pressi dello svincolo autostradale di Lamezia Terme, dove, negli anni 2010 – 2017 risultavano insediate soltanto n. 2 imprese. Anche grazie all’attività di animazione territoriale e coinvolgimento della realtà istituzionale ed imprenditoriale lametina svolta dalla Società nel corso degli anni 2016 – 2019, che ha portato già alla alienazione di ben 17 dei 23 lotti acquisiti in permuta dal Comune di Lamezia Terme nel gennaio 2016, e pertanto di 40.087 mq rispetto agli originari 50.907, nel corso del 2019 sono state avviate quattro nuove attività produttive ed ampliate due attività esistenti. Attualmente nell’area PIP Rotoli sono aperti n. 6 cantieri per ospitare nuove imprese od ampliare attività esistenti.

Nella Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla Gestione al Bilancio chiuso al 31 dicembre 2019 – illustrata dal dirigente della società Tullio Rispoli – è evidenziato che la società, nel corso del 2019 e nel primo semestre del 2020, oltre che adempiere alle funzioni legate alla gestione della attività ordinaria, riguardante in particolare la promozione ed alienazione dei lotti industriali di proprietà siti nell’area ex SIR e nell’Area PIP di Contrada Rotoli, ha portato avanti anche una serie di attività mirate alla concreta definizione di alcuni progetti strategici, già da anni promossi dalla società sulla base degli indirizzi fissati dal Consiglio di Amministrazione e dall’Assemblea degli Azionisti, finalizzati ad accrescere la capacità di autofinanziamento della società, a superare le attuali criticità congiunturali, a rilanciare la mission istituzionale, a diversificare le attività operative, a cogliere nuove opportunità di investimenti nell’area da parte di gruppi imprenditoriali che operano a livello nazionale ed internazionale. In particolare essi riguardano: Progetto Waterfront e nuovo Porto Turistico; Progetto Green Economy impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili; Centro Servizi Polifunzionale per le Imprese; Spazio espositivo Agriexpo; Progetti di ricerca ed innovazione tecnologica Distretto Matelios.

Il 2019 è stato un anno molto importante per la società nel corso del quale sono stati raggiunti notevoli obiettivi che potranno portare ottimi frutti per il futuro su varie tematiche societarie, quali: il miglioramento delle condizioni finanziarie, la concreta realizzazione del progetto waterfront Lamezia e nuovo porto turistico grazie alla sottoscrizione del protocollo d’intesa promosso dalla Regione Calabria, alla presentazione del Masterplan del progetto insieme a Coipa International ed alla contestuale sottoscrizione del MOI, alla presentazione del progetto preliminare entro il prossimo 30 Giugno, l’avvio della interlocuzione operativa con Anas compartimento Calabria per le necessarie opere infrastrutturali da programmare, l’avvio dei lavori di Agriexpo e la richiesta di inserimento per il finanziamento del secondo lotto funzionale nei Contratti Istituzionali di Sviluppo coordinati dalla Provincia di Catanzaro ed istruiti da Invitalia, il completamento dei lavori del Centro Servizi per le Imprese, l’avvio, anche se ancora molto limitato, della ZES con il credito d’imposta dedicato per i nuovi investimenti delle imprese, il superamento delle problematiche amministrative riguardanti i lotti dell’area PIP Rotoli, il proficuo rapporto di fattiva condivisione e collaborazione, instaurato su tali tematiche, con gli azionisti: Comune di Lamezia Terme, Fincalabra, Provincia di Catanzaro, Camera di Commercio di Catanzaro, Corap, Confindustria Catanzaro.

Il Presidente Leopoldo Chieffallo ha ringraziato il Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro ed il Vicesindaco, Antonello Bevilacqua, per la loro presenza ai lavori del Consiglio, presenza che rappresenta una ulteriore prova di vicinanza e supporto alla società dopo circa due anni di commissariamento caratterizzati da una generalizzata paralisi amministrativa che ha determinato anche per la società, di cui il Comune di Lamezia Terme è il principale azionista, rallentamenti nei processi decisionali ed operativi legati, in particolare, alla operazione di ricapitalizzazione societaria ed allo sviluppo del progetto Waterfront e Porto Turistico.

Con l’insediamento della nuova Amministrazione Comunale di Lamezia Terme sono stati riavviati dalla società proficui rapporti di collaborazione e condivisione istituzionale sui percorsi strategici ed operativi promossi dalla Lameziaeuropa SpA che, già nel dicembre 2019, hanno permesso il raggiungimento di importanti risultati quali: la sottoscrizione, in data 10/12/2019 presso la Cittadella Regionale, da parte del Sindaco, del Protocollo d’Intesa per lo sviluppo integrato dell’area industriale promosso dalla Regione Calabria e già sottoscritto, nel settembre 2019, anche dalla Provincia di Catanzaro, dal Corap e dalla Fondazione Terina; la presentazione pubblica, in data 18/12/2019 nella sala consiliare di Lamezia Terme, del Masterplan di Sviluppo in collaborazione con Coipa International e la contestuale sottoscrizione pubblica del MOI; la deliberazione da parte dell’Assemblea Straordinaria degli Azionisti, in data 27.12.2019, della proroga dei termini al 30 dicembre 2020 per l’aumento del capitale sociale.

Nei giorni scorsi, superata la fase acuta dell’emergenza Covid 19, si è svolto, presso la Cittadella Regionale, un incontro con l’Assessore regionale On. Francesco Talarico, presenti il Sindaco ed il Vicesindaco di Lamezia Terme, per riavviare i rapporti istituzionali e definire impegni concreti da parte della Regione Calabria per il rilancio complessivo dell’area industriale di Lamezia Terme

Il Sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro ha evidenziato che nel Programma di Governo della sua Amministrazione Comunale si pone particolare attenzione allo sviluppo produttivo dell’area industriale di Lamezia Terme attraverso tutti i progetti e gli strumenti operativi messi in campo in questi anni dalla società pienamente condivisi e riguardanti, in particolare, il Progetto Waterfront e Porto Turistico che può rappresentare un punto di svolta su cui si gioca il futuro della Calabria; Zes Calabria; Agriexpo e Polo Fieristico Regionale; Centro Servizi per le Imprese; Aree di crisi Industriale non complessa legge 181; Contratti Istituzionali di Sviluppo. Il Comune di Lamezia Terme crede fortemente nelle possibilità della Lameziaeuropa ed in tutte le iniziative che la società sta portando avanti su cui, da dicembre scorso, subito dopo il suo insediamento, è stato fatto insieme un importante lavoro.

A causa dell’emergenza “COVID 19” ed ai sensi di quanto previsto dall’art. 106 comma 1 del Decreto Legge “Cura Italia” n° 18 del 17 marzo 2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 70 del 17 marzo 2020, la società ha utilizzato il maggior termine statutario per la convocazione dell’Assemblea deputata ad approvare il Bilancio d’esercizio 2019.

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti per l’approvazione del Bilancio 2019 è stata convocata per il prossimo 29 giugno  in prima convocazione e per l’8 luglio in seconda convocazione.

Lamezia Terme, 18 giugno 2020                                                       Tullio Rispoli